La bandiera dell’Unione Europea ha un origine mariana.

Non tutti sanno la bandiera dell’Unione Europea ha un origine mariana.

Per varie volte, nel luglio e nel novembre 1830, Maria apparve ad una novizia delle Figlie della Carità nella Capella parigina della Casa Madre in rue du Bac, oggi oggetto di uno dei più imponenti e silenziosi pellegrinaggi d’Europa. A suor Caterina Labouré, il 27 novembre del 1830, Maria si mostrò con dei raggi uscenti dalle mani e il globo terrestre ai piedi.
Attorno alla testa, una corona di dodici stelle e, inscritte in un ovale, le parole: ” O Maria concepita senza peccato pregate per noi che ricorriamo a voi.” In basso due cuori: di Gesù, avvolto da una corona di spine; quello di Maria, trafitto da una spada.
L’Arcivescovo di Parigi autorizzò l’incisione di una medaglia, che noi conosciamo come “La Medaglia miracolosa” e che nacque dunque da quella visione a Suor Caterina Labouré a rue du Bac. Migliaia di “Medaglie miracolose” si diffusero ben presto in tutto il mondo.
Per venire al misterioso collegamento che intercorre tra la Medaglia e la bandiera Europea, dobbiamo risalire al maggio del 1949, quando a Strasburgo fu istituito il Consiglio d’Europa, incaricato solo di porre le basi per la costituzione di una federazione europea.
L’anno dopo, nel 1950, il Consiglio bandì un concorso di idee, aperto a tutti gli artisti, per una bandiera della futura Europa unita.
Il giovane disegnatore alsaziano Arsène Heitz, partecipò con un bozzetto in cui dodici stelle bianche erano poste in cerchio su di uno sfondo azzurro. Ma questa idea non era casuale; essendo infatti molto devoto alla Madonna, Arsène recitava ogni giorno il rosario e proprio nei giorni in cui gli fu proposto di partecipare al concorso, stava leggendo la storia di Santa Catherine Labouré. Stimolato da quella lettura, aveva deciso di procurarsi, per sè e per la moglie, una “Medaglia miracolosa”.
Le stelle dunque, come egli stesso più tardi rivelò, vennero da lì: e lì, venivano direttamente dall’Apocalisse, il manto azzurro invece era il colore tradizionale della Vergine.
Furono presentati 101 bozzetti, giunti da tutto il mondo, ma “inspiegabilmente” come Heitz (che aveva partecipato al concorso senza troppe speranze, ma quasi solo per rispondere ad un impulso datogli dalla scoperta della Medaglia) rivelò in seguito, il Consiglio d’Europa scelse proprio il suo.
Inoltre, a conferma della singolarità della scelta, contro la proposta di Heitz stava il fatto che, se dodici erano le stelle sulla bandiera proposta, non altrettanti erano allora gli stati del Consiglio. In effetti, di fronte alle critiche, il disegnatore dovette replicare che il dodici rappresentava un simbolo di “pienezza” dodici sono i mesi dell’anno, dodici i segni zodiacali, etc.(e tale è infatti anche nell’Antico Testamento: dodici i figli di Giacobbe, come dodici sono le Tribù di Israele; ed è perciò che dodici è il numero voluto da Gesù per i suoi apostoli, a significare che la Chiesa è il “nuovo popolo eletto”).
Avendo adottato questa prospettiva simbolica, le autorità comunitarie quando gli stati membri dell’Europa finirono per superare la dozzina, stabilirono ufficialmente che il numero delle stelle sulla bandiera era da considerare immutabile.
Tra gli altri “casi” ( le virgolette vogliono, naturalmente, segnalare ciò che per il credente “casuale” non è affatto) ci fu poi questo: la bandiera azzurra con le dodici stelle bianche fu adottata ufficialmente nel 1955. Quel giorno era un otto dicembre: Festa dell’Immacolata Concezione di Maria. Eppure, anche quella volta, non furono motivazioni religiose a far scegliere quella data, che fu invece fissata secondo un calendario tutto politico. Così almeno pensavano gli eurocrati; i quali sembrano davvero essere serviti da strumenti inconsapevoli di un piano che li ha travalicati. In effetti il credente non può non pensare – anche davanti a questa strana vicenda- all’annuncio, apparentemente insensato, che risuona nel Magnificat e intonato dall’oscura e umile Vergine di Nazareth: “D’ora in poi, tutte le generazioni mi chiameranno beata” (Lc 1’48).
Per fare solo un paio di esempi per ciò che ha significato, nella vita quotidiana di tutti, quella inconsapevole scelta della Comunità: obbedendo ad una direttiva, le targhe degli automezzi di tutta Europa ha dovuto uniformarsi ad un modello, dove la sigla della nazione è inserita dentro il vessillo azzurro con le dodici stelle. Dunque” il segno dell’Immacolata”, il “Simbolo della Donna dell’Apocalisse”, marchia in qualche modo, ogni strada di quell’Europa della quale, da secoli, Maria era stata proclamata regina dai suoi devoti. E sulla facciata degli edifici pubblici di ogni Paese dell’Unione non è esposto l’azzurro stellato accanto ai colori delle bandiere nazionali del luogo?
Non sono che due esempi: ma tutto questo – già lo ricordavamo – unisce la gloria, l’adempimento della profezia del Magnificat, alla discrezione. Quanti fra le centinaia di milioni di automobilisti d’Europa sono consapevoli di portare in giro, sul davanti e sul retro del loro mezzo, un riferimento tanto enigmatico quanto preciso alla Vergine Maria? E quanti sanno delle origini del vessillo quando lo vedono sventolare su ministeri, scuole, ospedali, posti di polizia?
Messori Vittorio

foto di Medjugorje Miracoli -di- Conversioni.
foto di Medjugorje Miracoli -di- Conversioni.

Messaggio a Marija del 25.03.2015

“Cari figli! Anche oggi l’Altissimo mi ha permesso di essere con voi e di guidarvi sul cammino della conversione.
Molti cuori si sono chiusi alla grazia e non vogliono dare ascolto alla mia chiamata. Voi figlioli, pregate e lottate contro le tentazioni e contro tutti i piani malvagi che satana vi offre tramite il modernismo. Siate forti nella preghiera e con la croce tra le mani pregate perchè il male non vi usi e non vinca in voi. Io sono con voi e prego per voi. Grazie per aver risposto alla mia chiamata.”

16° Seminario Internazionale per coppie sposate 12-15/07/2015

Il 16° Seminario internazionale per le coppie sposate si svolgerà a Međugorje dal 12 al 15 luglio 2015.

 “Il matrimonio e la famiglia – l’ inizio di un mondo migliore”

A scuola della Madonna

seminarbraciparovi2012

 

 

 

 

 

 

Foto: Seminario 2012

Programma:

 Domenica, 12 luglio 2015

  1. 00 Registrazione dei partecipanti
  2. 00 Introduzione al seminario
  3. 00 Programma di preghiera serale in chiesa

 Lunedì, 13 luglio 2015  

  1. 00 Preghiera mattutina
  2. 30 Lezione, discussione

12.00 Adorazione nel silenzio del Santissimo Sacramento dell’Altare

15.30          Lezione, discussione

18.00          Programma di preghiera serale in chiesa

Martedì, 14 luglio 2015

  1. 00 Preghiera sul Križevac

10.00 Lezione, discussione

12.00          Adorazione nel silenzio del Santissimo Sacramento dell’Altare

16.00          Lezione, discussione

Preparazione alla confessione davanti al Santissimo

18.00 Programma di preghiera serale in chiesa

22.00          Adorazione del Santissimo Sacramento dell’Altare

Mercoledì, 15 luglio 2015

  1. 00 Preghiera sulla Collina delle apparizioni

10.00 Esperienze dei partecipanti

11.30          S. Messa conclusiva

Il coordinatore del seminario sarà p. Marino Šakota.

I relatori del seminario sono Ružica e Stjepan Lice

 Ružica Lice è nata nel 1956, Stjepan nel 1954. Sono genitori di tre figli e nonni di tre nipoti.

Laureata in teologia, Ružica è catecheta e consulente dell’insegnamento religioso. Lavora come insegnante di religione nella scuola dell’obbligo. Da tanti anni prepara gli adulti ai sacramenti dell’iniziazione cristiana. Ha anche pubblicato un libro di meditazioni dal titolo “Vivi unito al Cielo”.

Stjepan è laureato in giurisprudenza. Ha trascorso gran parte della sua vita lavorativa nelle Università. Ha pubblicato tutta una serie di scritti in prosa, liriche e novelle di carattere meditativo. Collabora regolarmente con riviste d’ispirazione cattolica, con il Primo programma della Radio nazionale croata (Prvi program Hrvatskog radija) e con la Radio cattolica croata (Hrvatski katolički radio).

Insieme hanno tenuto una serie di seminari di contenuto spirituale ed incontri di rinnovamento spirituale per coppie sposate, insegnanti di religione e giovani.

 Il seminario si svolgerà nel salone accanto alla chiesa. Il contributo spese al seminario è di € 40 per coppia. È possibile inviare le proprie adesioni al seguente indirizzo e-mail: seminar.marija@medjugorje.hr,

Il numero dei partecipanti è limitato per esigenze di spazio; pertanto vi esortiamo ad inviare le vostre adesioni quanto prima. Inoltre invitiamo tutte le coppie che parteciperanno al seminario a trovarsi un alloggio a Međugorju.

 Sia per le esigenze organizzative del seminario, sia per la vostra sicurezza, siete cortesemente pregati di considerarvi registrati soltanto quando riceverete una risposta di conferma. Se non avete ancora ricevuto tale risposta, ciò significa che non abbiamo ricevuto la vostra richiesta d’iscrizione (e quindi non abbiamo potuto registrarvi) o perché il vostro messaggio e-mail è stato inviato ad un indirizzo sbagliato, o perché il vostro computer ha un virus che blocca automaticamente l’invio della posta elettronica. Ecco perché potete ritenervi registrati soltanto quando riceverete una risposta di conferma.

 Fonte http://www.medjugorje.hr/it/

Melinda Dumitrescu

Melinda Dumitrescu, una musicista originaria della Romania, è approdata per la prima volta a Medjugorje negli anni ’90 del secolo scorso, rimanendone subito conquistata. Anche se in quel periodo studiava violino presso un accademia di musica in Germania e la sua eccellente abilità nel suonarlo faceva prevedere per lei una carriera di successo, ha preso la decisione di venire a Medjugorje e di restare qui. Col sorriso sulle labbra, oggi dice: “In tutti questi anni non mi sono mai pentita di aver scelto questa strada, dal momento che sono felice e appagata ed ho anche imparato a parlare un po’ di croato”. Il suo modo di suonare e le melodie del suo violino conquistano tutti coloro che partecipano alle Adorazioni a Medjugorje o ai diversi altri incontri, per cui Melinda viene anche definita “la violinista della Madonna”. Insieme a un gruppo di musicisti, Melinda ha dato vita ad un progetto interessante, che consiste nell’organizzare concerti di evangelizzazione caratterizzati dal motto “Piccole stelle di Gesù e di Maria”. Il progetto, che è già stato presentato in alcuni paesi suscitando molto entusiasmo, fa riferimento ai messaggi della Regina della pace di Medjugorje: “Medjugorje è il cielo sulla terra. Vedo che, attraverso tutti questi anni passati alla scuola della Madonna, sono cresciuta anch’io. Ho certamente ricevuto la chiamata a venire a Medjugorje e a vivere qui. Sto vedendo i frutti della mia venuta qui, e questo progetto è un frutto dei messaggi della Madonna”, ha affermato Melinda, nel corso di un’intervista concessa a Radio “Mir” Medjugorje.

Nell’area download, sezione audio, potete scaricare il brano che Melinda suona durante l’apparizione quotidiana delle 17,40, nella chiesa di San Giacomo.

Tratto da www.medjugorje.hr

Messaggio straordinario Mirjana 18 marzo 2015.

Messaggio straordinario Mirjana  18 marzo 2015.

Cari figli! Vi prego con tutto il mio cuore, vi prego purificate i vostri cuori dal peccato e rivolgeteli in alto verso Dio e verso la vita eterna. Vi prego vegliate e siate aperti alla verità. Non permettete che tutte le cose di questa terra vi allontanino dalla conoscenza della vera soddisfazione che si trova nell’unione con il mio Figlio. Io vi guido sul cammino della vera sapienza perché soltanto con la vera sapienza potete conoscere la vera pace ed il vero bene. Non perdete il tempo chiedendo i segni al Padre Celeste perché il segno più grande ve l’ha già dato, ed è il mio Figlio. Perciò, figli miei, pregate affinché lo Spirito Santo possa introdurvi nella verità, aiutarvi a conoscerla e perché attraverso questa conoscenza della verità, possiate essere una cosa sola con il Padre Celeste e con il mio Figlio. Questa è la conoscenza che dona la felicità sulla terra ed apre la porta della vita eterna e dell’amore immenso. Vi ringrazio.

Terzo Seminario Spirituale Internazionale per medici e personale paramedico

Si svolgerà a breve il Terzo Seminario Spirituale Internazionale per medici e personale paramedico

Nel corso dell’anno a Medjugorje, oltre ai consueti seminari di digiuno e preghiera, si svolgono anche diversi Seminari Internazionali. Alcuni di essi hanno ormai una tradizione pluriennale, mentre altri si svolgono da non molto tempo. Ve ne sono di dedicati ai sacerdoti, ai laici, alle guide dei Centri della pace, alle coppie di coniugi nonché ai medici ed al personale paramedico. L’incontro dedicato agli organizzatori di pellegrinaggi, alle guide dei Centri della pace e dei gruppi caritativi e di preghiera legati a Medjugorje si è tenuto all’inizio di marzo. Dal 13 al 16 maggio si svolgerà, invece, il Terzo Seminario Spirituale Internazionale per medici e personale paramedico, il cui tema sarà “Pace a voi!” (Gv 20,21). Il programma del Seminario sarà caratterizzato da momenti di preghiera, relazioni, testimonianze e dalla partecipazione al programma di preghiera serale. Il Seminario sarà guidato da fra Ljubo Kurtović.

Messaggio straordinario Vicka 10 e 11 Marzo a San Giovanni Rotondo

La veggente Vicka ha trascorso qualche giorno a San Giovanni Rotondo (Foggia) in visita privata. Non ha tenuto incontri pubblici ed anche le apparizioni serali – entrambe a San Giovanni Rotondo – sono avvenute in ambienti privati.
Subito dopo l’apparizione del 10 marzo, la veggente ha riferito che la Madonna è arrivata particolarmente gioiosa e, dopo aver salutato con le parole “Sia lodato Gesù”, ha benedetto i presenti poggiando le sue mani su ciascuno. Poi ha dato il seguente messaggio: “Cari figli! Vi invito di nuovo a pregare il santo rosario. In modo particolare, durante questa quaresima, vi invito a pregare in ginocchio i misteri gloriosi nella vostra famiglia ogni giorno. Vi benedico” Poi la veggente ha raccomandato tutti alla Vergine ma in modo particolare gli ammalati perché abbiano la forza di portare la propria croce. Alla fine dell’apparizione la Madonna ha salutato dicendo: “Andate nella pace di Dio”.

Il giorno dopo, nell’apparizione del 11 marzo, la veggente ha riferito che la Madonna è arrivata gioiosa e, come ogni volta, ha salutato con le parole “Sia lodato Gesù”. Poi ha benedetto tutti aggiungendo: “Vi benedico con la mia materna benedizione”. Quindi ha dato il seguente messaggio: “Cari figli! Ancora una volta vi invito a pregare di più e a parlare di meno, specialmente durante questa quaresima. Pregate affinché si realizzi un mio piano che è ancora lontano dal realizzarsi. Vi chiedo, in particolare, di pregare per le famiglie e per i giovani che si trovano in una situazione molto difficile: voi potete aiutarli solo con la vostra preghiera e il vostro amore. Vi benedico”. Poi la Madonna è andata via e, come ogni volta, ha salutato dicendo “Andate nella pace di Dio”. E mentre la Madonna scompariva la veggente ha visto, come sempre, tre segni: la croce, il cuore e il sole. Nel commentare brevemente le parole della Madonna, Vicka ha sottolineato che il piano della Madonna è lontano dal realizzarsi perché “le preghiere non arrivano”. Inoltre ha rimarcato due volte che la Madonna ultimamente soffre molto per le famiglie e per i giovani che oggi vivono un momento molto molto difficile”.

 

Quarto pellegrinaggio internazionale per le persone con invalidità

QUARTO PELLEGRINAGGIO INTERNAZIONALE PER PERSONE CON INVALIDITÀ

“ALLA SCUOLA DI MARIA 2015”

 

 Coordinatore: fra Marinko Šakota, ofm, Parroco di San Giacomo

 

Il Quarto Pellegrinaggio Internazionale per persone con invalidità a Medjugorje si terrà dall’11 al 14 giugno 2015. L’iniziativa è organizzata dall’Associazione “Susret” di Čitluk, in collaborazione con l’Ufficio Parrocchiale di Medjugorje e con il “Villaggio della Madre”. Il raduno dei partecipanti è previsto per il pomeriggio di Giovedì 11 giugno 2015, presso la hall della sede di Radio “Mir Medjugorje situata dietro la Chiesa, da dove poi essi verranno sistemati nelle varie case e pensioni.

Anche quest’anno, i parrocchiani della parrocchia di Medjugorje assicureranno ai partecipanti all’iniziativa vitto ed alloggio gratuiti. Ogni persona con invalidità avrà diritto ad avere un accompagnatore (un amico o un volontario). Nel caso si tratti di bambino o bambina con disabilità, essi potranno essere accompagnati da tutta la famiglia.

Il programma del Pellegrinaggio sarà caratterizzato da attività, conferenze, testimonianze e da momenti di preghiera. Il Venerdì pomeriggio è previsto il Pio Esercizio della Via Crucis sul Križevac, svolto a gruppi linguistici. Il Sabato mattina è invece prevista una preghiera comunitaria sulla Collina delle apparizioni.

Le adesioni per poter partecipare al Pellegrinaggio verranno accettate fino al 15 maggio 2015 e potranno essere effettuate inviando una mail all’indirizzo: gospina.skola@gmail.com

NELL’ADESIONE È NECESSARIO INDICARE: per quanti giorni si intenda partecipare al Pellegrinaggio, un proprio recapito, il numero complessivo di persone che intendono partecipare ed il numero esatto di persone con invalidità e di persone in carrozzina che intendono partecipare.

Terminato il 22° Incontro Internazionale delle guide a Medjugorje.

Il ventiduesimo incontro internazionale di organizzatori di pellegrinaggi, guide dei centri della pace, gruppi di preghiera e carità di Medjugorje, che ha riunito quattrocento partecipanti provenienti da ventitré paesi, si è concluso venerdì 6 marzo, con una Santa Messa di ringraziamento presieduta da fra Marinko Šakota, coordinatore del seminario e parroco di Medjugorje.

Il tema di questo seminario internazionale è stato “Pace a voi!”.

Tra le altre cose, fra Marinko ha detto ai partecipanti: “Nella scuola della Madonna è in atto una pedagogia dell’amore. Il carattere miracoloso della pedagogia mariana sta nel suo amore incondizionato. Lei ci insegna che nulla è possibile senza amore. Se lascerai che Gesù ti guidi, allora potrai guidare altri”.

I partecipanti hanno preso parte a conferenze ed a conversazioni con i relatori e con i sacerdoti di Medjugorje. Hanno inoltre partecipato al programma liturgico di preghiera serale e ad altri momenti organizzati per loro.

 

Terminato il 22° Incontro Internazionale degli Organizzatori di pellegrinaggi

Messaggio a Mirjana del 2 marzo 2015.

Cari figli, voi siete la mia forza. Voi, apostoli miei, che, con il vostro amore, l’umiltà ed il silenzio della preghiera, fate in modo che mio Figlio venga conosciuto. Voi vivete in me. Voi portate me nel vostro cuore. Voi sapete di avere una Madre che vi ama e che è venuta a portare amore. Vi guardo nel Padre Celeste, guardo i vostri pensieri, i vostri dolori, le vostre sofferenze e le porto a mio Figlio. Non abbiate paura! Non perdete la speranza, perché mio Figlio ascolta sua Madre. Egli ama fin da quando è nato, ed io desidero che tutti i miei figli conoscano questo amore; che ritornino a lui coloro che, a causa del loro dolore e di incomprensioni, l’hanno abbandonato e che lo conoscano tutti coloro che non l’hanno mai conosciuto. Per questo voi siete qui, apostoli miei, ed anch’io con voi come Madre. Pregate per avere la saldezza della fede, perché amore e misericordia vengono da una fede salda. Per mezzo dell’amore e della misericordia aiuterete tutti coloro che non sono coscienti di scegliere le tenebre al posto della luce. Pregate per i vostri pastori, perché essi sono la forza della Chiesa che mio Figlio vi ha lasciato. Per mezzo di mio Figlio essi sono i pastori delle anime. Vi ringrazio!